Cedric Lachat,seconda salita di Fly (20L, 550m, 8c)

Prosegue il progetto Swissway to Heaven

12 agosto 2019
Lo scalatore svizzero Cedric Lachar prosegue nella sua Swissway to Heaven e firma, accompagnato da Tobias Suter, anche la seconda salita di The Fly, difficilissima via sulla Staldeflue.

Altra via archiviata per Cedric Lachat che sulla Staldeflue, nella Lauterbrunnental, ha messo a segno la seconda tappa del suo progetto Swissway to Heaven risolvendo anche The Fly (20L, 550m, 8c), liberata nel 2014 dall’asso tedesco Alex Megos. Questa era stata aperta da Roger Schäli e compagni nella seconda metà degli anni 2000 circa, seguendo una linea estremamente naturale su roccia incredibilmente compatta, il che voleva dire arrampicata tecnica su tratti anche molto lunghi sprotetti. Ci è voluta tutta la maestria di Alex Megos per venirne a capo che con una spedizione in vero stile big wall aveva salito, in alcuni giorni, tutte le lunghezze in libera.

Dopo la salita di Yeah Man quindi, il sogno di Cedric di salire cinque itinerari estremamente impegnativi del paese elvetico va avanti e ora che si avvicina la seconda parte di agosto, un ruolo determinante lo avrà il tempo. In lista mancano Odyssee (1.400m 8a+) sull’Eiger, Zahir (300m 8c) in Wenden e Déjà Vu (250m 8c+) in Rätikon.

news woguclimbing.com

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875