Ginevra, 180 m, TD+

Nuova via nel Gruppo del Terminillo

08 aprile 2017
Pino Calandrella, Stefano Cascavilla e Fabio D’Adamo propongono Ginevra, un nuovo itinerario su ghiaccio in Appennino, nel Gruppo del Monte Terminillo.

Si tratta di una via direttissima alla vetta, che si sviluppa in piena parete rocciosa lungo una stretta e sottile colata di effimero Alpin Ice. Una linea elegante e verticale che, secondo gli apritori, è la più impegnativa dell’intero gruppo montuoso del Terminillo.

Pino Calandrella descrive così una delle sezioni difficili:

Dopo il primo tiro non impegnativo, il secondo parte subito verticale, su Alpin Ice non molto spesso e difficile da proteggere. Le picche tengono. La roccia non riceve chiodi facilmente, le viti non entrano del tutto…un viaggio di 50 m, con lunghi tratti fra gli 80°-90° e un breve passo a 95°. La linea è bellissima, mi diverto, ma resto sempre concentrato, le protezioni non credo terrebbero, ogni tanto guardo Fabio e Stefano in sosta sotto la mia verticale, sembrano tranquilli. Esco sul nevaio e faccio sosta a su roccia, sono euforico, sono convinto di aver affrontato un tiro stupendo e impegnativo, il controllo che ho avuto su me stesso mi dà la maggiore soddisfazione. Niente di eroico, solo un grande esercizio di controllo nel praticare quello che amo. Non c’è adrenalina, o comunque non la ricerco, non mi darebbe soddisfazione.

Gruppo del Monte Terminillo, Appennino Centrale (Lazio)
Punta Innominata 2010 m – parete NNE
Via Ginevra
Pino Calandrella, Stefano Cascavilla, Fabio D’Adamo, 12 marzo 2017
180 m (sviluppo 200 m), TD+, 80°-90°
 

Materiale: NDA, 6-7 viti da ghiaccio corte e medie, qualche friends medio-piccolo, 7-8 chiodi da roccia, 2 fittoni corti; soste da attrezzare.

Accesso: provenendo da Leonessa (RI) seguire la S.P. del Terminillo fino a quota 1380 m (tornante a sx). Lasciare l’auto e proseguire in direzione SW su terreno a tratti ripido nella faggeta (bolli gialli). A quota 1750 m si esce dal bosco. Ormai in vista della parete, proseguire su conoide in direzione dell’evidente colata di ghiaccio. 1h 15’.

Relazione: vedere foto con traccia pubblicata sopra.

Discesa: dalla vetta scendere verso E nella Valle Prato De’ Sassi puntando ad alcune pareti rocciose (Avancorpo della Sassetelli). Raggiunte le pareti piegare a sx (orografica) entrando nel bosco. Su traccia (bolli Cai) rientrare a Fontenova. 1h.

Informazioni e immagini di Pino Calandrella

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875