La Sportiva: Miura XX Adam Ondra

Test Miura XX: la scarpetta nata per celebrare 20 anni di tradizione

01 giugno 2017
Le Miura sono uno dei modelli simbolo dell’azienda di Ziano di Fiemme, esistono da vent’anni e sono, con la Mytos, le scarpette più longeve di La Sportiva.

Certo, la Miura di oggi non è la stessa del 1997, ma nella sostanza è rimasta tale: una scarpa a pianta stretta, ben strutturata, la cui vocazione è l’arrampicata in appoggio su tacca. Per quanto ora io scali prevalentemente con scarpe molto morbide, ho usato le Miura per parecchi anni, e testare questo modello speciale mi ha fatto provare sensazioni che avevo dimenticato.

Stiamo parlando del modello XX, nato per celebrare i 20 anni di Miura, sviluppato sotto la guida di Adam Ondra il cui autografo argenteo appare serigrafato accanto alla stringatura.

Leggenda narra che il campione ceco "già nel 2012, nella grotta di Flatangher in Norvegia, utilizzò una versione appena prototipata di Miura XX per chiudere la difficilissima via che non a caso prese il nome di Change (cambiamento), a tutt’oggi considerata una delle vie più dure della storia dell’arrampicata", come contenuto nel sito La Sportiva.

Secondo i comunicati ufficiali pare starà sul mercato solo l’anno delle celebrazioni, se vi piacciono quindi affrettatevi ad acquistarle, ma se volete un consiglio non temete di rimanere a bocca asciutta sui rifornimenti una volta trovata la perfetta sintonia tra piede e scarpetta: visti i risultati credo proprio che La Sportiva non abbandonerà assolutamente questa strada anche negli anni a venire.

Va detto innanzitutto che, come molti modelli La Sportiva, e come le Miura classiche, anche queste XX, si adattano facilmente al piede, permettendone un uso anche a chi non ha la pianta precisamente stretta come nel mio caso. Dopo alcuni utilizzi anche 2-3 numeri in meno smettono di farsi sentire, grazie anche ad una non eccessiva superficie gommata.

La vera novità di questo modello rispetto al classico è l’applicazione  della tecnologia anti-deformazione P3 System® che ha lo scopo di mantenere la curvatura della punta verso il basso, evitando lo “sbananamento” della scarpetta dopo pochi utilizzi e supportando l’alluce nella spinta verso l’alto. Tecnologia quest’ultima non nuova, ma che sommata alla notevole asimmetria della punta verso l’interno tipico della Miura, ed alla suola XS-Edge, trasforma questa scarpa in una vera macchina da guerra macina tacche. Testata sia sui buchi di Finale che sulle croste taglienti del calcare lecchese, si sono dimostrate eccezionali, ridandomi la piacevolezza di una appoggio sicuro con una minima compressione.

È stata una bella sorpresa anche l’utilizzo su fessura nelle falesie trad dell’Ossola, visto che l’incastro riesce facile e poco doloroso. Qualche problema in più l’ho riscontrato sullo spalmo in aderenza, più per la minor sensibilità che per la tenuta, che comunque è inferiori a quella di altri modelli: la scelta della gomma Vibram XS-Edge, ancora una volta predilige la resistenza e la durata del bordo per la già descritta ottima tenuta sui micro-appoggi. La perdita del bordo vanifica parecchio la prestazione di questo modello, alla cui risuolatura consiglio di porre particolare attenzione.

Ho faticato ad utilizzarle su forti strapiombi concrezionati, dove spesso lo scarso carico che si riesce a dare sulla suola fa prediligere altri modelli più morbidi e con suola più tenera, e dove gli agganci di punta penalizzano le scarpe stringate e con poca superficie gommata: ma non si può pretendere tutto, soprattutto da scarpette così tecniche: appena si acquista un po’ di sensibilità, bisogna abituarsi ad avere più modelli per utilizzi diversi. Adam Ondra insegna.

Alla fine, potendo ottimizzare l’utilizzo di ogni scarpetta, si ottimizza anche la spesa: un bel modello economico per i tiri di riscaldamento e, con ai piedi la giusta tecnologia, minori tentativi per chiudere i tiri al proprio limite, minor usura del mezzo e risparmio di soldi e tempo per la birra di fine giornata.

Ecco infine i dati tecnici delle MIURA XX Adam Ondra descritti da La Sportiva:

  • Tomaia: vitello scamosciato, costruzione tubolare
  • Fodera: Dentex
  • Calzata: Media
  • Intersuola: LaSpoFlex 1,1 mm solo anteriormente + P3 System
  • Suola: Vibram XS-Edge 4 mm
  • Misure: 32 – 46 comprese mezze misure
  • Peso: 560 grammi al paio

Plus:

  • Precisione estrema sui piccoli appoggi e sui tallonaggi
  • La tecnologia brevettata P3 (Permanent Power System) permette il mantenimento della forma nel tempo 
  • Allacciatura arretrata per favorire gli agganci di punta
  • Bordatura a doppia tensione per garantire la massima fasciatura del piede

 

Cap

90th 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875