Ethan Pringle compie la quinta salita di Kintsugi

L’8C di Hukkataival a Red Rocks

13 gennaio 2019
Dopo The Nest, Pringle si concede un’altra grande salita nel deserto

 

Kintsugi è una king line ad opera di Nalle Hukkataival nell’area di Red Rocks, alta, esposta e durissima, praticamente un marchio di fabbrica del mitico boulderista finlandese.

Ripetuta da James Webb, Nils Favre e, solo poche settimane fa da Keenan Takahashi, ecco ora che arriva un’altra salita, la quinta, grazie ad Ethan Pringle.

Ethan descrive nei dettagli il suo viaggio su Kintsugi dalla sua pagina instagram:

 

“Ha tutte ottime caratteristica, roccia spaziale, movimenti di ingaggio in alto, su un grande, bellissimo blocco che è lontano dalla strada. Quando ho visto per la prima volta le foto di Nalle Hukkataival, ho capito che dovevo farlo un giorno. Ma partendo per questo viaggio, avevo poche aspettative di salirlo effettivamente. Pensavo ci sarebbe voluto molto più tempo.

Ho cercato di mantenere una mente aperta e ricordare che scalare un boulder così difficile è sempre un processo. Poi, dopo solo alcune sessioni top rope con Facudo Langbehn, ho scoperto alcuni micro-metodi che mi hanno aiutato a collegare il chiave, usando una variante del metodo che Nils Favre ha utilizzato per farlo. È un movimento pazzesco, in stile gara, che è davvero soddisfacente! E fondamentalmente ti permette di scalare il crux con un terzo di movimenti... Ora avevo solo bisogno di tirare la corda ed eseguirlo con il 100% di impegno. Ho avuto le farfalle.

Ieri, alla mia quarta sessione, sono partito per il mio primo giro senza corda. Più ho superato il passaggio chiave, più ero sorpreso, ma ho continuato a lottare e in qualche modo sono riuscito a rimanere sulla roccia! È stato fantastico avere il supporto di tanti amici lassù e condividere l'esperienza con tutti loro. Sicuramente una delle mie realizzazioni più orgogliose di sempre.

Ho avuto la fortuna di essere in grado di usare il metodo di Nils, e abbastanza fortunato da lavorare su Kintsugi con un amico la cui psiche e la creatività mi hanno nutrito. PER ME, mi è sembrato molto più facile di The Nest, e persino un trattino più facile di Meadowlark nel suo stato precedente. Penso che molte delle difficoltà, si trovino nella natura impegnativa e nell'altezza del crux.

Ecco il mio consiglio: non inseguite i gradi, inseguite le king lines. Prova ciò che ti ispira e ti intimidisce. Il divertimento sta nell’impegnare te stesso nella possibilità di fare qualcosa che prima pensavi impossibile, continuando a sospendere l'incredulità e continuando a provare. Alla fine, sarai convinto che sia possibile. Fallo una volta, e inseguirai quella sensazione per sempre.”

 

Fonte: instagram

740x195 climbingym

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875