Condizioni sul Monte Bianco 18 settembre

Bollettino tratto da La Chamoniarde

19 September 2019
Di seguito il bollettino delle condizioni delle vie alpinistiche nel massiccio del Monte Bianco tratto dal sito La Chamoniarde.

La stagione estiva volge al termine e la maggior parte dei rifugi è già chiusa o in fase di chiusura.

Anche gli impianti di risalita sul versante francese del Monte Bianco e sulle Aiguilles Rouges sono in gran parte chiusi o chiuderanno domenica 22 settembre, tra questi il Tramway du Mont Blanc e la funivia di Bellevue. Restano aperti la funivia dell’Aiguille du Midi (fino al 3/11), il treno di Montenvers (fino al 29/9) e, in Italia, lo Skyway (chiusura il 3/11).

Questa fine di stagione è, ancora una volta, estremamente secca in alta montagna. L’attività principale è quindi l’arrampicata su roccia. Si scala ancora nel bacino d’Argentière, di Leschaux, all’Envers des Aiguilles, alle Aiguilles de Chamonix, in parete sud della Midi e ai satelliti del Tacul.

Frequentati il Dente del Gigante e le piccole vie nei dintorni di Punta Helbronner: traversate delle Aiguilles d’Entrèves e delle Aiguilles Marbrées (doppie riattrezzate, 3x20m).

Nel bacino del Tour l’Aiguille du Tour, la Tête Blanche e la Petite Fourche sono fattibili per le vie normali.

La via normale al Monte Bianco per l’Aiguille e il Dôme du Goûter è in buone condizioni, con buona traccia, anche se si sono aperti alcuni crepacci profondi sul pendio che conduce al Dôme du Goûter. Attenzione anche alle numerose fenditure che si incontrano sulla Cresta delle Bosses e, più in basso, sulla cresta dell’Aiguille du Goûter dove sorge il rifugio omonimo.

Alcuni alpinisti hanno realizzato la traversata dell’Aiguille de Bionnassay ma le condizioni sono tutt’altro che ottimali. Tanto ghiaccio anche sui vicini Dômes de Miage, non più consigliabili.

Le condizioni secche hanno sfavorito anche una delle ultime cordate che ha tentato la traversata dei Dru, costretta a rinunciare a causa dello stato troppo caotico del ghiacciaio.

Qualche cordata sulla Voie des Trois Monts, consigliate 2 picche e viti da ghiaccio (il Col du Mont Maudit è ghiacciato). Una cordata ha avvisato di aver notato una porzione di seracco dall’aspetto particolarmente instabile lungo la normale al Mont Blanc du Tacul, da sorvegliare. Gran parte di questo itinerario è, in ogni caso, potenzialmente pericoloso per i crolli di seracco.

Il bollettino completo e in lingua originale si trova sul sito de La Chamoniarde.

 

740x195 climbingym

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875