Condizioni sul Monte Bianco 15 febbraio

Bollettino tratto da La Chamoniarde

15 February 2019
Di seguito il bollettino delle condizioni nel massiccio del Monte Bianco tratto dal sito La Chamoniarde.

È il momento dello scialpinismo: tutte le classiche invernali su Monte Bianco e Aiguilles Rouges sono tracciate e frequentate. Le temperature sono anormalmente calde e il riscaldamento è sensibile soprattutto sui versanti soleggiati: attenzione alle colate di neve umide. La neve è di qualità variabile: ancora fredda, spesso ventata a nord; per lo più crostosa a sud (è ancora presto per la neve trasformata primaverile).

I settori più frequentati per lo scialpinismo sono quelli delle Aiguilles Rouges, di Les Contamines (Monts Jovets, Col de la Fenêtre, Col de la Cicle, Col des Chasseurs), di Plaine Joux (Moëde Anterne, Pointe Noire de Pormenaz), di Vallorcine (Mont Buet, Loriaz, Col de la Terrasse) e l’area svizzera confinante (Bel Oiseau, Carraye, Pointe Ronde).

La Vallée Blanche è frequentata, si scende ancora sci ai piedi fino a Chamonix. Tracciata anche la Brèche Puiseux. Frequentate le classiche con accesso dall’Italia (Marbrées, Toule, Col d'Entrèves, Brenva). Si scia anche nel Bacino d’Argentière sulle classiche dei colli.

Nessuna informazione sull’alpinismo in alta montagna, fatta eccezione per la Cresta dei Cosmiques che è percorsa regolarmente. Le grandi pareti appaiono secche. Attenzione sulle cascate: fa caldo. Sconsigliate quelle esposte al sole (Argentière riva destra ad esempio).

Il bollettino completo e in lingua originale si trova sul sito de La Chamoniarde.

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875