Fragments of light-M&N, 300 m, 70°, M6 o A0/A1, V

Nuova via sulla bastionata nord ovest Winkelspitz-Hochalmspitze

24 October 2018
Emanuele d’Amico e Norbert Nau hanno aperto Fragments of light-M&N, una nuova via di ghiaccio e misto sulla bastionata nord ovest Winkelspitz-Hochalmspitze.

Fragments of light-M&N si sviluppa su terreno vario lungo un marcato diedro che solca la parte centrale della bastionata nord ovest Winkelspitz-Hochalmspitze. Si tratta di una via di misto aperta con protezioni veloci e chiodi, l‘unica di questo genere su questa parete. Sebbene relativamente corta (solo 300 m e 6 lunghezze di corda), Fragments of light-M&N va affrontata con prudenza a causa della delicatezza del terreno sul quale si svolge (ghiaccio a tratti sottile e poco proteggibile, misto sostenuto).

 

Gruppo dell'Ankogel, Alpi dei Tauri Occidentali (Austria)
Hochalmspitze 3360 m, bastionata nord ovest Winkelspitz-Hochalmspitze
Fragments of light-M&N
Emanuele d’Amico, Norbert Nau, 13 ottobre 2018
300 m, 70°, M6 o A0/A1, V

 

Materiale: classico da ghiaccio e misto moderno con due corde da 60 m, serie di friends (BD C3 e C4 fino al n. 3), serie di nuts, scelta di chiodi vari, 4 viti corte. Le soste sono attrezzate su 2 chiodi (eccetto la seconda e la sesta sosta, solo 1 ch.) e possono essere rinforzate con protezioni veloci.

Accesso: percorrere la Maltatal fino a Koschach e prendere una deviazione sulla sinistra con indicazioni per la Gießener Hütte. Seguire questa direzione fino a una sbarra presso la Kohlmayralm. A partire dal 1 ottobre, data di chiusura del rifugio Gießener, la strada che conduce alla diga di Gößkar (Gößkarspeicher) viene chiusa, quindi occorre lasciare l‘auto presso la sbarra. Da qui fino al rifugio Gießener sono 3 ore. Si consiglia una mountainbike per il rientro. Dal rifugio (locale invernale) procedere brevemente in direzione nord fino al segnavia, quindi prendere a sinistra per la Winkelscharte. Sull’altro lato della forcella (NO) seguire in discesa un canale di blocchi instabili o neve, con un breve tratto attrezzato nella parte finale, per entrare in versante N e raggiungere così i resti del ghiacciaio Winkelkees. Risalire il ghiacciaio sottostante la parete NO della Winkelspitz fino all’attacco della via, situato a circa 3050 m di quota, presso un caratteristico diedro che esce sulla cresta sommitale.

Relazione:

L1: salire il diedro fessurato e ghiacciato fino a quando si abbatte. Ancora 10 m a 60° fino alla sosta sulla sinistra con 2 ch. a lama (si consiglia di integrare con pecker o altra lama). M4, 40 m;
L2: proseguire su pendenze dai 50° ai 60° per canalini ghiacciati, con facili passi di misto, fino alla sosta sulla destra, 10 m sotto il marcato diedro. 1 ch. da integrare. 50-60°, 60 m;
L3: superare una placca ghiacciata e il diedro seguente con ghiaccio sottile e passaggi di misto. Buone possibilità di protezione. Sosta su 2 ch. nel diedro a destra. WI3, M3, 60°, 45 m;
L4: tiro chiave. Seguire ancora il diedro lungo la placca ghiacciata del suo lato sinistro, puntando ai grossi tetti che lo chiudono. Arrivati sotto di essi traversare a sinistra per placca e fessurina (2 ch., M6 o A0/A1). Continuare lungo il diedro, con alcuni blocchi apparentemente instabili, fino a trovare la sosta sulla destra nel diedro su 2 ch. (varie possibilità di integrare). WI3, M6 o A0/A1, 70°, 45 m;
L5: dalla sosta salire 2 m verticalmente, traversare 3 m a sinistra con passi di aderenza e scalare una bella fessura. Dopo i primi 15 m la fessura continua ma è intasata di ghiaccio. Si procede quindi lungo le pareti laterali del diedro. Tenere leggermente la destra e superare un piccolo strapiombo (1 ch.) fino alla sosta, sulla destra, con 2 ch. In fase di apertura, questa lunghezza è stata superata dal primo di cordata con scarpette d’arrampicata. V, 55 m, V;
L6: seguire un sistema di diedri e fessure fino all´uscita in cresta (1 dado incastrato). Sosta sulla cresta con 1 ch. Qui si trova anche la sosta di calata con cordino su masso incastrato.
 

Discesa: dall´ultima sosta effettuare una calata di circa 15 m in direzione S fino a intercettare la via ferrata della Detmoldergrat. Lungo questa é possibile raggiungere la cima dell´Hochalmspitze (3360 m) in ca. 30'. Altrimenti scendere direttamente in direzione O fino alla Winkelscharte (via ferrata, poi sentiero segnato attraverso blocchi di granito) e da lì tornare alla Gießener Hütte (2h 30’).

740x195 climbingym

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875