Obiettivo Antartide per Alex Honnold, Leo Houlding e Marko Prezelj

Tre distinte spedizioni puntano verso il continente di ghiaccio

24 novembre 2017
Obiettivo Antartide per Alex Honnold, Leo Houlding e Marko Prezelj

Tre distinte spedizioni con nomi di grandissimo rilievo si stanno trovando in Antartide e pare sia il punto di riferimento di questo inverno che è, da noi almeno, alle porte. L’inglese Leo Houlding, l’americano Alex Honnold e lo sloveno Marko Prezelj hanno infatti rivolto le loro attenzioni proprio verso una tra le regioni più inospitali ma al tempo stesso piene di fascino e saranno quindi tutte da seguire le loro imprese.

Leo Houlding, insieme a Jean Burgun e Mark Sedon, ha come obiettivo The Spectre, una montagna remota del quale si sa poco o niente. Per prepararsi a questa salita, Houlding aveva salito pochi mesi fa insieme a Will Stanhope, le tre Howser Towers in Canada, puntando ad una ascesa veloce ma estremamente impegnativa, in condizioni climatiche non certo ottimali. Un ritorno per Houlding dopo che nel 2013 si era recato con Sean Leary, Jason Pickles, David Reeves, Chris Rabone e Alastair Lee e aveva aperto una nuova linea sul versante nord-ovest dell’Ulvetanna.

Destinazione Tierra de la Reina Maud invece per Alex Honnold per un obiettivo al momento del quale si sa poco ma che lo vede accompagnato da Conrad Anker, Cedar Wright, Jimmy Chin, Anna Pfaff e Savannah Chummins, così come non si hanno grandi dettagli per Marko Prezelj che a presto raggiungerà il continente di ghiaccio.

Le grandi imprese sulle pareti ghiacciate dell’Antartide hanno una storia piuttosto recente. Nel 2003-2004, Luis Fraga, Ramón Portilla e Miguel Ángel Vidal salirono la parete ovest del Monte Vinson (4897m), il punto più alto del continente, e tre anni più tardi Iker ed Eneko Pou salirono Three Pigs per Último paraíso (600 m, 7a). Nel 2008, altri due fratelli, Alex e Thomas Huber, insieme a Stephan Siegrist, salirono per tre nuovi itinerari l’Ulvetanna e l’Holtanna mentre nel 2009 gli austriaci Christoph Höbenreich, Paul Koller e Karl Pichler aprirono ben undici vie nuove nella Tierra de la Reina Maud, dove è Honnold. L’Ulvetanna è stato obiettivo anche di Andy Kirkpatrick, Jonas Langseth, Alaskander Gamme, Kjersti Eide, Espen Fadnes e Ingeborg Jakobsen nel 2014 mentre l’anno seguente furono i francesi Antoine Cayrol, David Lacoste, Paul Dudas, Emmanuel Chance, Laurent Bibollet e Yann Delevaux a completare la traversata de Le Sette Sorelle, un concatenamento di sette cime a Port Lockroy.

news desnivel

Eigerextreme 740x195 it

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875